Incontro con Samuel G. Artale al Centro Tennis

Sabato 20 luglio alle 18.30 presso il Centro Tennis di Marradi all'interno del progetto AperiStorie che da diversi anni la Comil ha avviato per approfondire storie di vita di Marradesi e non, particolarmente significative, si è tenuto l'incontro con Samuel G. Artale, autore del libro “Alla vita”, che racconta la storia di una tragedia, ovvero quando, internato nel lager di Auschwitz-Birkenau con l’intera famiglia affronta il dramma della deportazione ed al momento di varcare la soglia del lager babbo e nonno sono staccati da mamma, sorella e dal piccolo Samuel, che la mamma, strenuamente tiene con sé. Senza esitare, la guardia spara alla donna e i due ragazzi assistono alla tragedia.
Samuel Artale von Belskoj-Levi vuole dedicare la sua testimonianza alle nuove generazioni, affinché sappiano cogliere l’autentico significato della Vita che non deve essere camuffata da odio e disperazione, ma deve costituire la speranza per un mondo migliore. Non si tratta – qui – di leggere e annotare vicende terribili e. terribilmente vissute, ma meditare su quanto è possibile fare per operare in difesa della Pace e della Vita. Portando la sua testimonianza per sostenere le ragioni dell’amore dopo aver vissuto in tutti i suoi drammatici aspetti quello che succede quando a vincere e a dominare è la cultura dell’odio.
All’incontro, organizzato in occasione del 75° anniversario della strage di Crespino hanno affiancato l’Ingegner Artale l’on Giuseppe Matulli, Presidente dell’Istituto Storico Toscano della Resistenza, la Signora Ilaria Alpi Presidente del Comitato per le Onoranze ai Caduti Civili di Crespino e Fantino e Luciano Neri Presidente dalla sezione ANPI di Marradi.

Galleria fotografica: